Abbott
Frontal 0,25 mg 20 compresse
Farmaco di fascia C
3,33 €

prezzo indicativo*

+ Io lo Consiglio

Clicca per dirlo a tutti

0

Persone lo consigliano

« torna alla scheda del farmaco

Effetti collaterali

METABOLICI: comuni: diminuzione dell'appetito. Non comuni: cambiamenti di peso. PSICHIATRICI: comuni: stato confusionale, depressione, disorientamento, diminuzione della libido. Non comuni: ansia, insonnia, nervosismo, ipomania, mania, allucinazioni, collera, aggressività, comportamenti ostili, agitazione, alterazione della libido, pensieri anomali, iperattività psicomotoria. In molte delle segnalazioni spontanee per gli effetti avversi sul comportamento, i pazienti sono stati trattati in concomitanza con altri farmaci per il SNC e/o avevano mostrato problemi psichici preesistenti. I pazienti con problemi di personalità borderline, con una storia pregressa di comportamenti aggressivi o violenti, o che abusano di alcool o altre sostanze, possono essere a rischio di tali eventi. Reazioni di irritabilità, ostilità e pensieri invasivi sono stati riportati a seguito dell'interruzione del trattamento in pazienti con disturbo post-traumatico da stress. Anche se per il farmaco ad oggi non sono pervenute segnalazioni in merito, le benzodiazepine possono provocare amnesia anterograda. Questa può avvenire anche ai dosaggi terapeutici ed il rischio aumenta ai dosaggi più alti. Gli effetti amnesici possono essere associati con alterazioni del comportamento. Durante l'uso di benzodiazepine può essere smascherato uno stato depressivo preesistente. Le benzodiazepine o i composti benzodiazepino-simili possono causare reazioni come: irrequietezza, agitazione, irritabilità, aggressività, delusione, collera, incubi, allucinazioni, psicosi, alterazioni di comportamento. Tali reazioni possono essere abbastanza gravi: sono più probabili nei bambini e negli anziani. L'uso di benzodiazepine (anche alle dosi terapeutiche) può condurre allo sviluppo di dipendenza fisica: la sospensione della terapia può provocare fenomeni di rimbalzo o da astinenza. Può verificarsi dipendenza psichica. E' stato segnalato abuso di benzodiazepine. NERVOSI: molto comuni: sedazione, sonnolenza. Comuni: atassia, compromissione dell'equilibrio, problemi di coordinazione, compromissione della memoria, disartria, disturbo dell'attenzione, ipersonnia, letargia, capogiri, cefalea, biascicamento, difficoltà di concentrazione, vertigini. Non comuni: amnesia, tremore, distonia. Frequenza non nota: squilibrio del sistema nervoso autonomo. OCULARI: comuni: offuscamento della vista. Non comuni: aumento della pressione intraoculare. GASTROINTESTINALI: comuni: stipsi, secchezza delle fauci, nausea. Non comuni: vomito, patologia gastrointestinale. MUSCOLOSCHELETRICI: non comuni: debolezza muscolare. SISTEMICI: comuni: affaticamento, irritabilità. Non comuni: aumento della bilirubina ematica. Frequenza non nota: edema periferico. ENDOCRINI: non comuni: iperprolattinemia. EPATOBILIARI: non comuni: epatite, alterazioni della funzionalità epatica. Frequenza non nota: epatiti. CUTANEI: non comuni: dermatiti. Frequenza non nota: angioedema. UROGENITALI: non comuni: incontinenza, ritenzione urinaria. RIPRODUTTIVI: non comuni: disfunzioni sessuali, irregolarità nel ciclo mestruale.




Pos obbligatorio per i medici: facciamo un po’ di chiarezza

Dal 30 giugno 2014 tutti i soggetti che effettuano attività di vendita di prodotti e/o prestazione di servizi, quindi anche medici e professionisti san...

Leggi tutto
Pubblicità

Se fai una professione o hai un prodotto/servizio che può migliorare la salute o la vita dei nostri utenti non vediamo l'ora di farvi incontrare.              Parliamone.

Clicca qui